Accademia Internazionale Calcio

Scarica l'App per la migliore esperienza su mobile e ricevi tutti gli aggiornamenti!

Scarica

24

Lug

CHRISTIAN MANDRACCHIA, E' UFFICIALE: SARA' INTER

Una stagione da sogno, speriamo la prima di una lunga serie, quella di Christian Mandracchia, difensore centrale (all'occorrenza utilizzato anche sulla corsia esterna) con il vizio del gol, classe 2000. Stagione che non poteva avere miglior conclusione, con la chiamata in nerazzurro a testimonianza della grande crescita avvenuta in questi anni di Accademia. Lo abbiamo sentito a proposito di queste settimane piene di emozioni.

 

Ciao Christian, parlaci del tuo percorso calcistico.

Ho iniziato a giocare all'età di 5 anni presso la Bollatese, squadra del mio paese, fino a quando non è arrivata la chiamata da parte dell'Accademia Inter, dopo 3 anni di Accademia sopo passato all'Inter.

Qual è il bagaglio di esperienza che ti porti dai tuoi anni in Accademia?

L'Accademia per me è stata una seconda casa, passavo più tempo lì che da altre parti (ride, ndr). Mi ha fatto crescere, non solo calcisticamente ma soprattutto come persona. 

Come sarà il tuo approccio alla maglia dell'Inter? Ti senti responsabilizzato?

Sarà il primo anno da professionista, mi sento molto responsabilizzato ad indossare una maglietta così importante e di alto valore.

I ricordi più belli in maglia Accademia?

Sicuramente mi rimarranno nel cuore i titoli regionali che abbiamo vinto.


Qual è secondo te la forza dell'Accademia e quanto ha influito nel tuo percorso?

La forza dell'Accademia è sicuramente avere un Buon Presidente e dei dirigenti e collaboratori al suo fianco che hanno speso molto sia per me che per la società e questo fa sì che sia una grande club. L'Accademia fin dal primo giorno ha creduto in me, mi ha fatto indossare quella maglia che già per me era prestigiosa e io ho ripagato la fiducia grazie e soprattutto all'aiuto del Mister Giuliano Gentilini. Se non fosse stato per lui non sarei diventato quello che sono ora.

C'è un giocatore al quale ti ispiri?

Il giocatore a cui mi ispiro fin da bambino è Marco Materazzi.

E allora un grosso in bocca al lupo, Christian "Matrix" Mandracchia, che la tua storia possa essere colma di soddisfazioni come quella dello storico numero 23 nerazzurro.