Accademia Internazionale Calcio

Scarica l'App per la migliore esperienza su mobile e ricevi tutti gli aggiornamenti!

Scarica

19

Lug

Seef Hazah è un nuovo giocatore del Piacenza!

Un ragazzo serio, dotato di grande umiltà e rispettoso di tutti. Seef si è fatto voler bene da chiunque in Accademia, e la sua grinta e il suo cuore speriamo lo portino sempre più lontano. Intanto il primo passaggio è di quelli importanti, per lui infatti, è arrivata la chiamata del Piacenza, queste le sue parole appena ricevuta l'ufficialità.

 

Ciao Seef, parlaci un po' della tua storia calcistica.

Io ho iniziato a 5 anni a giocare a calcio nella squadra del mio paese, poi a 7 anni sono andato al Rozzano Calcio dove sono rimasto fino ai 14 anni, successivamente è arrivata l'Accademia.

Qual è il bagaglio di esperienza che ti porti dall'Accademia?

L'esperienza all'Accademia è stata molto positiva, mi ha aiutato a crescere tantissimo sia tatticamente che mentalmente. Ho imparato ad essere un giocatore più completo.

Poi arriva la chiamata del Piacenza. Senti la responsabilità di indossare una maglia così importante?

Sarà il mio primo anno nei professionisti e di indossare subito una maglia così prestigiosa come il Piacenza mi sarà di grande stimolo, non vedo davvero l'ora di iniziare, aspetto con grande ansia il ritorno sul campo.

Facendo ancora un passo indietro, raccontaci un episodio legato ai nostri colori che ti ha colpito, e quale incidenza nella tua crescita ha avuto l'Accademia.

Il ricordo più bella in Accademia è stato quando abbiamo vinto il titolo di campioni regionali. La forza dell'Accademia è sicuramente quella di essere molto conosciuta essendo una delle eccellenze di Milano, inevitabile avere quindi tanti occhi addosso. Accademia mi ha aiutato tanto perché hanno creduto in me fin dal primo giorno che ho indossato quella maglia, dal Presidente al Direttore fino ai mister sopratutto Giuliano Gentilini che ringrazio molto e al quale faccio un grosso in bocca al lupo per il futuro.

Un esterno di corsa e cuore come te, a quale giocatore si ispira?

Il mio giocatore preferito è Cristiano Ronaldo, però da quando mister Gentilini mi ha spostato terzino ho preferito Sergio Ramos, posso dire di ispirarmi a lui considerandolo il più forte di tutti.