Accademia Internazionale Calcio

Scarica l'App per la migliore esperienza su mobile e ricevi tutti gli aggiornamenti!

Scarica

15

Apr

A tu per tu con: Carlo Strada

Questa volta ai nostri microfoni abbiamo avuto l'onore di intervistare Carlo Strada, allenatore dei nostri Primi Calci 2014:

Mister Strada, a lei è affidato il gruppo dei 2014, i più piccolini dell'Accademia...i futuri campioncini nerazzurri...si sente orgoglioso di questa investitura importante?

Assolutamente sì. Ringrazio la società e il mio responsabile per avermi scelto in questo compito non facile.
È la prima volta che ho a che fare con bambini così piccoli, sono spettacolari e vogliosi di imparare e divertirsi.

Come si svolge la seduta di allenamento del suo gruppo? Tecnica, passaggi, palleggi, ma anche tanto aspetto ludico...ci dica la verità: alla fine però tutti aspettano il momento della partitella, non è vero?

Beh, la partita è il momento più bello a qualsiasi età. Per i giocatori è divertimento, per gli allenatori è un momento importante per osservare cosa hanno imparato e su cosa c'è da migliorare.

Da inizio anno ad oggi, quali aspetti sono migliorati e si sente di voler sottolineare?

Direi il dominio della palla e il dribbling, importantissimi a questa età. Inoltre, nell'ultimo mese c'è stato un aumento dell'intensità nei contrasti, si ha meno paura.

C'è un aneddoto che lo ha colpito in questa stagione? Una frase, un gol, un'azione dei suoi bimbi, insomma qualcosa che le rimarrà impresso dei suoi piccolini?

Quello che mi ha colpito è la passione che hanno per il calcio. Soprattutto a questa età, in cui per fortuna c'è molta spensieratezza. Giocherebbero dalla mattina alla sera, come si faceva una volta.