Accademia Internazionale Calcio

Scarica l'App per la migliore esperienza su mobile e ricevi tutti gli aggiornamenti!

Scarica

05

Mag

A tu per tu con: Tommi Polidori

Questa volta ai nostri microfoni abbiamo avuto l'onore ed il piacere di intervistare Tommi Polidori, allenatore dei nostri Pulcini 2012:

Buongiorno mister, che voto darebbe alla stagione dei suoi ragazzi?

Buongiorno Accademia, sicuramente è un voto molto positivo per una stagione che ha già regalato numerose soddisfazioni, prima di tutto abbiamo finalmente ritrovato un po’ di continuità sul campo dopo un periodo piuttosto complicato per tutti, poi perché grazie al grandissimo lavoro della società e del mio responsabile Matteo Borgese, ho avuto la fortuna di avere a disposizione un organico dal potenziale enorme che sta crescendo settimana dopo settimana.

E' vero che manca ancora un po' alla fine, ma pensa di essere soddisfatto da quanto visto in campo?

Ora stiamo per affrontare la fase finale della stagione, una fase molto stimolante perché gli impegni sono sempre più di livello e il lavoro svolto da settembre viene fuori sempre di più.


Riviviamo le emozioni del Torneo Lancette: un successo meritato, cose le rimane di questa vittoria?

Del torneo delle lancette rimangono i tantissimi sorrisi che ho visto tra i ragazzi e tra la gente presente al campo, è stata una giornata meravigliosa condita da un’ottima prestazione da parte dei ragazzi.


Anche durante il MFF abbiamo potuto vedere la sua squadra impegnata contro avversari di società professionistiche: cosa ne pensa di questi confronti, non dal punto di vista del punteggio, ma dell'atteggiamento della squadra e dell'esperienza?

Per me è stato il primo MFF e anche se in forma ridotta, si è confermato un evento bellissimo. Abbiamo avuto la possibilità di confrontarci con diverse realtà professionistiche in sfide davvero emozionanti, ci è servito per valutare il nostro livello di crescita, e al di là dei risultati, posso ritenermi assolutamente soddisfatto della prestazione del gruppo. Queste esperienze servono moltissimo e aiutano notevolmente il percorso di crescita dei ragazzi e di noi allenatori. Come detto inizialmente, mi ritengo davvero fortunato ad essere in questa società e avere tutte queste possibilità.