Accademia Internazionale Calcio

Scarica l'App per la migliore esperienza su mobile e ricevi tutti gli aggiornamenti!

Scarica

05

Apr

La voce dei protagonisti: Andrea Adamo

Questo weekend abbiamo avuto l'occasione di intervistare uno dei protagonisti dell'ultima giornata: Andrea Adamo, difensore e capitano U15 Elite.
A seguito le sue parole riguardanti il campionato e la sfida contro il Seguro:

Ciao Andrea, gli obbiettivi ad inizio anno erano questi? Vi aspettavate squadre di questo livello? Cosa non ha funzionato in alcuni momenti dell’anno?

Ad inizio anno, dati i nostri interessi, noi ci elencavamo in una posizione decisamente più favorevole. Sicuramente il girone élite è molto impegnativo, però, io penso, che la differenza non sia da un punto di vista calcistico ma mentale, fattore che ogni tanto si verifica sul campo. Secondo me l’unico momento dell’anno in cui abbiamo percepito maggiore tensione è stato il pre campionato e le prime 4 partite, in cui tra noi ragazzi non c’era un gruppo unito come adesso e anche la situazione col mister non era delle migliori.

Il rendimento della squadra, dopo un momento non positivo è migliorato, quanto vi state impegnando per ottenere questi risultati?

Appena siamo riusciti a superare il momento non positivo che aveva subito la squadra, abbiamo provato a rimetterci in carreggiata, allenandoci e giocando con più grinta e passione.

Qual è secondo te il vostro punto di forza?

Il nostro punto di forza maggiore ora come ora è il gruppo. Si vinca o si perda rimaniamo sempre uniti e cerchiamo sempre di scherzare tra di noi. 

Il ruolo da capitano non è per niente facile, quando le cose non girano nel verso giusto, come fai a tranquillizzare i tuoi compagni?

Quando le cose non girano nel verso giusto, per tranquillizzare i compagni, evito di alzare la voce e preferisco parlarvici tranquillamente, perché in fondo chiunque può sbagliare e infierire negativamente su uno sbaglio può solo che demoralizzare una persona.

I giocatori, spesso, hanno oggetti scaramantici. Tu ne hai qualcuno che porta bene?

No, io non ho nessun oggetto scaramantico.

Quando giochi a chi ti ispiri? Ti definisci un difensore all’antica o uno moderno?

Mentre gioco, non mi ispiro a nessuno. Io mi definirei un difensore all’antica che si sta approcciando al difensore moderno .